STECCHE DI JIM
di Nanino di Cookaround

INGREDIENTI:

455 gr. farina forte
350 gr. acqua fredda
5 gr. di sale
3 gr. zucchero
1 gr.lievito secco, mentre se volete usare il lievito di birra fresco sono 3,6 gr. ( io ne ho usato 1 gr. di quello fresco, ma l'ho fatto lievitare 18 ore, se avete fretta usate i 3,6 gr.
olio di oliva, sale grosso, semola di grano duro per spolverare (o farina per polenta)


Pesare innanzitutto il lievito. In una larga ciotola, mescolare farina, sale, zucchero. Per il lievito: se lo usate secco, lo mescolate subito con la farina, sale e zucchero. Se fresco, lo sciogliete prima nell’acqua indicata in ricetta.
Unire l'acqua e mescolare con un cucchiaio di legno o materiale plastico finche' gli ingredienti sono appena amalgamati. Si dovrà formare una palla umida e appiccicosa. Coprire la ciotola con pellicola e lasciare riposare a temperatura ambiente finche' l'impasto e' raddoppiato e la superficie e' coperta di bolle (12 - 18 ore circa).



Riprendere l'impasto e spolverare abbondantemente di semola ( o farina per polenta) la superficie di lavoro (più se ne mette, meno si attaccherà).



Mettere la ciotola in verticale e far scendere l’impasto,prima da solo e poi aiutandovi con un lecca pentola morbido, cercando di non maltrattarlo troppo.
Adesso le pieghe, si procede così: prendere uno dei lembi e ripiegarlo al centro dell’impasto,fare la stessa cosa con gli altri tre lembi, come se piegaste i lati di un fazzoletto portandoli al centro. Mi sono aiutata con una spatola di plastica.



Farla passare sotto il lembo di pasta e portarlo al centro ribaltando. Proseguire con gli altri 3 lembi, praticamente non toccherete la pasta con le mani. L'importante è infarinare con abbondanza l'asse d'appoggio. La semola non deve essere messa sull'impasto prima di fare le pieghe.
Mettere un telo leggero da cucina sul ripiano e cospargerlo con parecchia semola. Fatto questo, ribaltare l’impasto e dargli la forma di una palla un po' appiattita, tenendo la "cucitura" verso il basso e appoggiarla sul telo. Spennellare con delicatezza la superficie di olio di oliva e cospargere di sale grosso. Spolverare la superficie con pochissima semola. Richiudere sopra di esso il telo e lasciarla lievitare ancora per due ore. Il telo non deve avere profumare di detersivo.
Dovra' circa raddoppiare. L'impasto e' pronto quando, affondando un dito, mantiene l'impronta senza ritornare indietro.
Circa mezz'ora prima della fine della seconda lievitazione, accendere il forno e portarlo a 250. Ho usato una teglia antiaderente rettagolari leggermente unte d’olio.
Qui l'impasto lievitato.



Con una spatola bella tagliente, dividere l'impasto in 4 parti e con delicatezza allungare ogni pezzo formando una stecca della lunghezza della teglia. L’impasto è veramente di una morbidezza unica, sembra vi debba sgusciare dalle mani da un momento all’altro, per cui il taglio va dato con un colpo netto.
Disporre le stecche parallelamente, distanziandole tra loro. Spennellarle di olio e cospargerle ancora con del sale grosso. Le stecche formate, vanno direttamente infornate.
Cuocere nel forno caldo per 25 minuti, se le volte super croccanti, e finchè la crosta è dorata, altrimenti un 5-6 minuti in meno se le volete più morbide. Ovviamente regolatevi sempre in base al vostro forno. Far riposare le stecche nella teglia ancora per 5 minuti, poi disporle su una grata e farle raffreddare completamente.